4 motivi per cui le attività di e-commerce falliscono

4 motivi per cui le attività di e-commerce falliscono

In Italia, il 33% degli e-commerce fallisce (statistiche aggiornate al 2017). Eppure il fatturato complessivo delle vendite online, secondo quanto riportato da Casaleggio, è in costante aumento e nel 2016 era pari a 31,7 miliardi di euro (con una crescita del 10% sul 2015).

Dunque, perchè gli e-commerce falliscono? Ecco 4 motivi per cui le attività di e-commerce falliscono.

  1. Non basta un sito web

    Avviare un e-commerce significa aprire una nuova attività commerciali, e come tutte le attività richiede un investimento iniziale. Hai investito ma è andata male lo stesso? Probabilmente hai fatto un investimento errato. L’errore che molti imprenditori commettono quando si lanciano in questo nuovo campo è quello di investire tanto nello sviluppo del sito web: il sito è solo la base di un e-commerce. Investire 10.000€ nella realizzazione di un sito web per un’attività non ancora consolidata può rappresentare un grosso sbaglio (se non si hanno molte risorse economiche, naturalmente).

  2. Non affidarsi nelle mani di un esperto

    Molti commercianti o imprenditori, consapevoli dell’esperienza maturata nel loro settore nel corso degli anni, credono di poter affrontare questa nuova sfida da soli, senza l’aiuto di nessun esperto in materia. E qui sbagliano grosso: un e-commerce, seppure sia del proprio settore, rappresenta un’attività del tutto nuova, diversa da quella di un negozio fisico o un’azienda già avviata. Entrano in gioco dinamiche del marketing digitale che sono totalmente diverse da quelle del marketing tradizionale: per tale motivo è fortemente consigliato affidato ad un esperto di web marketing.

  3. Non investire nel web marketing

    Di questo già ne abbiamo parlato nei precedenti articoli. Scopri perché investire nel web marketing e soprattutto perché investire nella SEO.

  4. Forte concorrenza

    Prima di avviare un e-commerce, hai fatto un’analisi dei competitor online? Purtroppo, se il tuo settore sul web è dominato dalla presenza di big, devi essere consapevole che c’è bisogno di un grosso budget da investire in pubblicità e web marketing per poter competere. Altrimenti, se proprio ci tieni, individua il canale “più libero” dalla concorrenza e punta la maggior parte delle tue risorse su quello.

Lascia un commento