fbpx
Come scrivere un testo SEO friendly

Come scrivere un testo SEO friendly

Sul web capita sempre più spesso sentir parlare di SEO e dell’importanza di creare un testo che sia in quell’ottica. Ma cosa significa significa SEO friendly e come scrivere un testo SEO friendly? Scopriamolo.

Cosa significa SEO friendly

Chiariamo subito che ciò significa semplicemente permettere agli utenti di trovare i tuoi contenuti sui search engines (come Google) attraverso la ricerca di parole chiave (utilizzate frequentemente).

Esistono alcune semplici regole da rispettare che possono ottimizzare un testo, in modo tale da poterlo definire SEO friendly.

Scegliere di utilizzare al meglio questo sistema è fondamentale per te, soprattutto se intendi sviluppare il tuo business tramite un sito web e vuoi che tutti possano trovarlo facilmente.

Come scrivere un testo SEO friendly

Creare un testo SEO friendly non è così difficile come potrebbe sembrare. Infatti, sono necessarie solo alcune semplici regole da rispettare per ottenere un testo ottimizzato. Per avere un esempio di articoli scritti in ottica SEO, puoi consultare il blog di Roberto Cosenza.

Innanzitutto, il Title è uno degli aspetti più importanti da tenere a mente. Esso, infatti, rappresenta il tag HTML principale, per cui deve necessariamente contenere le keywords principali del testo che andrai a scrivere per il tuo sito web. Inoltre, il suo contenuto deve essere piuttosto corto (50-70 caratteri) se intendi sostenere una strategia SEO friendly per i tuoi contenuti.

Veniamo ora a un’altra regola, che in questo caso invece riguarda il contenuto del testo stesso. Esso dovrebbe essere esaustivo (se di tipo informativo, fermati quando non ne sai più di quell’argomento) e contenere, oltre le keywords principali, quelle correlate alle principali. Dovresti cercare di argomentare in modo abbastanza dettagliato l’argomento, senza temere di essere prolisso.

Un altro aspetto sicuramente importante è quello di cercare di spaziare in ambiti che non sono stati sufficientemente trattati da altri siti. In questo modo sarà più facile far risultare il tuo testo tra i primi trovati attraverso i motori di ricerca a cui si affidano gli utenti.

Nel titolo H1 devi inserire le keywords principali, mentre in quelli H2 e H3 le secondarie, correlate comunque alle prime.

Se nel tuo testo hai intenzione di inserire anche alcune immagini, ricordati allora di inserire nei tag ALT le parole chiave principali.

Inoltre, per scrivere al meglio il tuo contenuto in termini di SEO cerca di riportare al suo interno dei collegamenti (attraverso l’inserimento di link) a fonti esterne (autorevoli) e ad articoli interni al tuo sito web. Così, riuscirai a farti conoscere in modo più approfondito e detesterai maggior interesse verso i tuoi prodotti.

Altri fattori di SEO copywriting da conoscere

Dopo aver visto quali sono i principi fondamentali di un testo SEO friendly, devi comunque sapere che essi purtroppo non sempre sono sufficienti al raggiungimento di tali obiettivi.

Infatti, nonostante l’applicazione di queste semplici regole, non sempre si riesce a ottenere dei testi ottimizzati. A volte, è necessario anche conoscere altri importanti fattori, in grado di condizionare i tuoi contenuti in questo ambito.

L’authorship, ad esempio, è un fattore decisamente importante per una strategia SEO. Esso è stato introdotto da Google e permette di conoscere la paternità dei testi presenti nel web. Secondo i parametri di ricerca, è stato quindi possibile stabilire che un prodotto che presenta questo tipo di configurazione sia in grado di piazzarsi meglio tra i risultati dei motori di ricerca, rispetto a un altro privo di authorship.

Infine, puoi cercare di migliorare il tuo testo in tal senso, intercettando il search intent degli utenti. Ossia quali potrebbero essere le parole o frasi chiave digitate da chi è alla ricerca di elementi presenti nel tuo sito web. Ti basterà poi puntare su quelle keywords nel tuo testo per ottimizzarlo.

Lascia un commento