14

maggio

I principi fondamentali della percezione visiva e le Illusioni ottiche

Pubblicato in Advertising, Casi di studio

gestalt
Le illusioni ottiche mi hanno sempre affascinato.

Per spiegare dettagliatamente l’argomento non basterebbero sette articoli, ma per ora voglio limitarmi ad incuriosirvi, anzi cercherò di farvi rimanere a bocca aperta.

In modo molto semplice, vi accenno che esistono delle “leggi” che ogni bravo designer dovrebbe conoscere, e sono i principi fondamentali della percezione visiva. Essi derivano dalla teoria della Gestalt o “teoria della forma”.

Uno di questi principi fondamentali è l’organizzazione detta Figura-Sfondo.
Guardando un’immagine percepiamo l’oggetto che sta in primo piano come figura principale e ciò che sta dietro come sfondo.

Però, quando c’è AMBIGUITA’ nelle forme si creano dei fenomeni d’illusione e diventa difficile decidere quale sia la figura e quale lo sfondo.

Eccovi qualche esempio:

coppa-o-volti Cosa vedete in questa immagine? Una coppa nera o due facce bianche contrapposte?

sax_or_girlE qui cosa vedete? Un sassofonista o il volto di una donna?

Gli spazi negativi (i vuoti) in questi casi assumono anch’essi una forma compiuta.

L’occhio non è in grado di osservare l’intera composizione in maniera simultanea, e si focalizza su un elemento alla volta (o il positivo o il negativo). Nonostante questo, pieno e vuoto sono inscindibili l’uno dall’altro, entrambi fanno parte della stessa figura.

Un esempio pratico di un intelligente uso del “figura/sfondo” in questa campagna contro l’abuso minorile.
campagna_abuso_minorile

Ed ecco un opera d’autore, di Nicolas Freud
freud

E per finire alcuni esempi che credo vi lasceranno senza fiato.

Cosa vedete in quest’immagine:

amanti o delfini

Non abbiate timore, è normale che vediate un immagine sexy. Però se avete la possibilità fatela guardare da un bambino. E’ dimostrato che i bambini non riconoscono questa immagine “intima”, perchè la loro memoria non conosce ancora questa situazione. Ciò che vedono i bambini sono 9 delfini.
Questo fenomeno è conosciuto come legge dell’esperienza passata.

Ancora non siete affascinati? La vostra bocca non è ancora rimasta aperta? non avete ancora esclamato un fievole “ooooh” di stupore?
Ok ho quello che fa per voi

mistic

Guardate l’immagine attentamente per circa 40 secondi, concentrandovi sui 4 puntini al centro (quelli in mezzo alle due forme di cuori).
Dopo i 40 secondi, guardate una parete bianca e sbattete le palpebre, noterete un cerchio di luce, a questo punto, continuate a guardare il cerchio e si avrà una visione… divina.

Sperando di avervi affascinati vi lascio qualche link per approfondire l’argomento:

Leggi della Gestalt
Istituto di Gestalt
I principi della Gestalt e l’impaginazione di una pagina Web

Ammetto che mi piacerebbe tantissimo scrivere io una guida a riguardo… Che ne pensate, vi farebbe piacere approfondire insieme l’argomento?

Iscriviti ai feed Rss

Ti è piaciuto questo articolo?

SI

Iscriviti ai Feed RSS, magari ti piaceranno anche i prossimi

NO

Iscriviti ai Feed RSS, prima o poi ne scriverò uno che ti piace

Scrivi per yesWEBcan

Diventa un autore

Vuoi dare risalto alla tua professionalità e farti conoscere sul web? Segnalami quali argomenti ti piacerebbe trattare e inizia a scrivere per yesWEBcan.

Salvatore Sodano

Autore: Salvatore Sodano

Salvatore inizia a svolgere l’attività di web designer nel 2001 alla quale poco dopo affianca quella di graphic designer. Negli ultimi anni la passione per Seo e web marketing prende il sopravvento e lo spinge a curare oltre all’estetica dei siti anche ottimizzazione, posizionamento per i motori di ricerca e usabilità. Contatta Salvatore

RSS Commenti

24 commenti

  1. Famba scrive:

    Alcune immagini le avevo già viste, mentre altre mi hanno colpito molto!
    Nonostante ciò non avevo mai sentito parlare delle leggi di leggi della Gestalthe dai link che hai fornito sembrano molto interessanti.

    Per quel che mi riguarda una guida sulle illusione ottiche mi affascinerebbe moltissimo!

  2. Silvana scrive:

    Mi ha fatto piacere vedere queste figure
    era da tanto che non li vedevo…
    mi ha fatto tornare indietro nel tempo
    Complimenti!!!

  3. Manuela scrive:

    Mi hanno sempre affascinato queste figure
    è bellissimo vedere queste immagini
    perchè ti incantano è come se per un attimo
    sei da un’altra parte

    Complimenti di cuore…

  4. Flavia scrive:

    Io non li vedo i delfini nella penultima immagine!!!!
    E questa la conoscevi, Salvatore? :) http://www.youtube.com/watch?v=V4jz6__YToE&feature=player_embedded

  5. yesWEBcan scrive:

    Come no, guarda bene. Guarda tra le braccia della donna ce ne sono 2 (in realtà 3 uno è piccolo). Se ne vedi uno li vedi tutti. L’ultimo invce lo hai visto ? :D

    No non lo conoscevo quello che hai linkato, comuqnue si tratta di un adattamento nella visualizzazione (dovrebbe chiamarsi adattamento d’immagine o una cosa del genere :D )

  6. Filippo A. scrive:

    Fantastiche, ogni tanto “mi perdo via” e inizo a girovagare per il web in cerca di illusioni ottiche ^^

    Sarebbe bello riuscirle a sfruttare per fare elementi di grafica per siti web ^^

  7. xxgoblin scrive:

    Ciao, molto bello l’articolo l’immagine dei delfini non l’avevo mai vista, grazie !
    A me farebbe molto piacere un’approfondimento sull’argomento!

    • yesWEBcan scrive:

      Ciao xxgoblin
      Benvenuto su yesWEBcan. Come argomento è molto complesso quindi ci vorra un pò per completare un approfondimento ben fatto, ma gia mi sto muovendo ;)
      Grazie

  8. xxgoblin scrive:

    Grazie =)
    Non c’è problema yesWEBcan, non mi perdo i tuoi articoli
    =) sei tra i miei feed da tempo !!

  9. [...] già accennato i principi della Gestalt su questo blog ed è proprio grazie ad una delle sue regole ovvero la “legge [...]

  10. ClaudiA scrive:

    bellissimo, allinizio non ho visto i delfini nella figura 6, dopo sì. Mi piacerebbe che questo argomento venga approfondito, così scriverò qualcosa sul riguardo nel mio sito. Grazie per averci emozionato!!

  11. [...] Quest’immagine nel suo complesso forma una farfalla in una perfetta applicazione delle leggi gestaltiche. Il logo però è difficile da applicare e male integrabile con altre scritte, ma nonostante questo [...]

  12. sarah scrive:

    Mi ero persa questo articolo? interessantissimo :)

    • gilda pinnisi scrive:

      Ciao Sara!!! Io ho visto veramente l’immagine divina ,ossia il volto di Gesù,come da indicazioni,dopo aver fissato l’ultima immagine.Era chiarissimo.Non sono visioni ma solo illusioni ottiche .Ciaooo!!!! PROVA!!!

  13. [...] I principi fondamentali delle illusioni ottiche [...]

  14. Luca scrive:

    Ma io nell’ultima immagine non ho visto niente di “divino”, pero’ tutte le altre immagino sono stupende

  15. ale scrive:

    davvero molto bello questo link nonostante io sia un bambino di 10 anni ho capito subito di cosa si trattava

  16. ale scrive:

    davvero molto bravo simone a me non mi sarebbe mai venuta un idea così…complimenti!!!!

  17. aledesign.it scrive:

    Un buon articolo..ottimi esempi..Una cosa che ai tempi di scuola mi era difficile capire..per fortuna col tempo ho migliorato molto..ehehe. Ad ogni modo è utile anche per creare loghi diversi dal solito. Da tener in considerazione.

  18. ExplosiveLab scrive:

    Veramente interessante.
    Quoto anche il commento di Aledesign (la parte finale).

    E riguardo alla tua domanda: Che ne pensate, vi farebbe piacere approfondire insieme l’argomento?
    Si molto :)

  19. bebuville scrive:

    Approfondisci assolutamente! L’argomento è molto interessante … thx

  20. max web design scrive:

    mi fa riflettere il fatto che a distanza di quasi cento anni, le leggi della Gestalt siano ancora affascinanti e misteriose da un lato, e indispensabili dall’altro, per chi, come noi, si occupa di web design e “organizzazione visiva di elementi”. Gran post, complimenti.

  21. anonimo scrive:

    COMPLIMETI DAVVERO UN ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE :)

    http://www.romawebfest.it/

  22. Anonimo scrive:

    Io non vedo il volto di una donna ne’ un sassofonista. Boo

Lascia un commento

* Campi obbligatori